La fiaba dei vasi di vetro

LA FIABA DEI VASI DI VETRO

è una fiaba teatrale che si propone di raccontare ai bambini contenuti storici e tecnici di una lavoro artigianale che si sta lentamente perdendo: come si fa il vetro, da dove deriva, come è possibile creare forme tanto affascinanti e pregiate di bicchieri e vasi, come nascono i colori con cui rendere ogni oggetto di vetro unico e prezioso. Oltre a questi contenuti storici e creativi, la fiaba è anche pretesto per raccontare anche contenuti etici: il valore del lavoro dell’uomo, l’importanza dell’artigianato e della Memoria e, non ultimo, la differenza tra amore e possesso.

E’ una fiaba teatrale su di un viaggio, di una giovane in cerca di un futuro diverso, che arriva a Venezia e scopre il lavoro del vetro, imparando a creare vasi, bottiglie, bicchieri fantastici, che però poi è costretta a vendere a un collezionista senza scrupoli. Vasi-personaggi, quindi, con un carattere, una individualita, una personalita propria e irripetibile: l’oggetto artigianale non è solo utensile, o ornamento, è ciò attraverso cui l’uomo esprime se stesso, è, in qualche modo, prosecuzione di sé attraverso l’arte, la technè.

regia: Woodstock teatro
da una drammaturgia canovaccio di: Paola Bigatto
drammaturgia: Marco Gnaccolini
ideazione e realizzazione scene costumi e burattini: Alessandra Dolce
ideatori burattini e animatori su nero: Nadia Milani – Matteo Moglianesi
attrice: Rossana Mantese

produzione: Woodstock Teatro