Sentiero Behan

SENTIERO BEHAN

Mostra-percorso di installazioni sulla pena di morte

Sentiero Behan è una mostra pensata in affiancamento allo spettacolo Spring Boy, articolata come un percorso di installazioni in cui il visitatore è parte attiva, diventando lui stesso partecipe del dramma di un singolo detenuto condannato a morte attraverso un processo di identificazione con la sua storia. Lungo il Sentiero Behan il visitatore sceglie la storia di un detenuto condannato a morte nelle prigioni degli Stati Uniti d’America, in Cina, in Iran, in alcuni paesi dell’Europa, per ricostruirla zona dopo zona fino alla scoperta della sua “fine”.
La mostra si articola in tre zone: zona1 “Prigionieri, la tua storia”; zona2 “I secondini, la tua prigione”; zona3 “Il boia, la tua fine”; nelle quali saranno presenti installazioni e informazioni di Amnesty International relative alla detenzione nei paesi in cui è ancora in vigore la pena di morte.
Compagno di viaggio sarà il drammaturgo irlandese Brendan Behan, con brani del suo testo L’impiccato di domani lungo il percorso.
Sentiero Behan è parte del progetto culturale che si compone di mostra-istallazione e spettacolo teatrale, eventi che possono essere presentati indipendentemente l’uno dall’altro ma che insieme fanno vivere a ognuno una questione sociale attraverso due esperienze di diversa percezione.

Woodstock Teatro
Curatori: ALESSANDRA DOLCE, MARCO GNACCOLINI
Con la collaborazione luci di MATTEO MOGLIANESICon il sostegno di gruppo 031 – Mestre (VE) di Amnesty International, Questa Nave  
Produzione: Woodstock Teatro in coproduzione con Fondazione Bevilaqua La Masa
Ringraziamenti a PAOLO MAURIZIO (Faces spa Fonderia Acciai Speciali)